IL BITCOIN GUADAGNA SUL QE INFINITO DELLA FED, I PROGRESSI DEL VACCINO DI JOHNSON E JOHNSON

Bitcoin ha invertito le perdite precedenti dopo che Jerome Powell, il presidente della Federal Reserve, ha ribadito la tendenza della banca centrale ad attenersi alle sue infinite politiche di quantitative easing durante il secondo giorno della sua testimonianza al Congresso.

La criptovaluta di riferimento ha chiuso mercoledì 1,71% più in alto a 49.737,82 dollari, dopo essere scesa di quasi il 22% nelle due sessioni precedenti. Ha aperto giovedì con una nota positiva, salendo a 50.888 dollari nella prima sessione asiatica. Anche altri token ad alta capitalizzazione, tra cui Ethereum e Binance Coin, sono aumentati.

Mercoledì, un sell-off mattutino nei Treasuries statunitensi ha anche spinto i rendimenti della nota a 10 anni a poco meno dell’1,43%, il suo livello più alto da febbraio, prima di scivolare di nuovo all’1,37%. Nella sessione asiatica di giovedì, i rendimenti erano più alti, intorno all’1,39%.

Le aspettative che il pacchetto di stimoli da 1,9 trilioni di dollari del presidente americano Joe Biden tenderà l’inflazione hanno colpito i Treasuries.

Questo perché un’ulteriore liquidità del dollaro nell’economia erode il valore di cassa dei pagamenti degli interessi degli strumenti di debito. Tuttavia, un aumento dei rendimenti a lunga scadenza, accompagnato da un aumento dei tassi reali, segnala l’ottimismo degli investitori sulla crescita dell’economia statunitense.

Ma i rendimenti più alti danneggiano le valutazioni azionarie delle società, manomettendo i loro multipli prezzo-utili. Le aziende i cui guadagni rimangono sottili rispetto alle loro valutazioni di borsa appaiono meno attraenti per gli investitori. Circa 100 grandi aziende quotate al Nasdaq hanno valori 37 volte più grandi dei loro guadagni.

BITCOIN CONTRO CONTANTI

Tesla e MicroStrategy, due dei principali investitori di bitcoin a Wall Street, sono tra quelli con rapporti P/E più alti.

Nel frattempo, la prima detiene 1,5 miliardi di dollari della criptovaluta nelle sue riserve. Il secondo ha aumentato le sue partecipazioni in bitcoin da circa 71.000 BTC a poco più di 90.500 BTC dopo averci messo altri 1,06 miliardi di dollari, secondo il suo comunicato stampa pubblicato mercoledì.

Square, quotata al NYSE, ha anche riportato un rapporto P/E più alto, il che significa che il suo stock rimane sopravvalutato rispetto ai suoi risultati di guadagno. Mercoledì, la società di pagamento mobile ha annunciato di aver acquistato 170 milioni di dollari di token bitcoin.

Così sembra, tutte le aziende citate si aspettano che le loro riserve di liquidità perdano valore nelle prossime sessioni a causa dei pacchetti di stimolo espansivo. Nel frattempo, con Mr. Powell che suggerisce di mantenere il programma di acquisto mensile di asset da 120 miliardi di dollari della Fed e i tassi di interesse vicino allo zero, tenere un dollaro USA depresso contro l’aumento dei rendimenti sembra poco attraente per le aziende.

A sua volta, questo aiuta a rafforzare la narrativa anti-fiat di Bitcoin, data la sua scarsità contro l’iniezione di offerta illimitata del dollaro. Nel frattempo, tra gli investitori, che si aspettano che l’economia statunitense si riprenda rapidamente, dato che la Food and Drug Administration approva il vaccino Johnson and Johnson per l’approvazione di emergenza, ha ridotto la loro propensione al rischio.

CRESCITA DA SOSTENERE: BIANCO

Il Dow Jones ha terminato a un record mercoledì in mezzo a un maggiore sentimento di rischio tra gli investitori. Questo ha limitato la crescita del Bitcoin nella sessione. Tuttavia, gli analisti notano che l’aumento dei rendimenti delle obbligazioni non influenza la criptovaluta nel lungo periodo. Jim Bianco, il presidente di Bianco Research, ha notato:

„Pensano che sia un commercio di reflazione, quindi il percorso del mercato azionario [e del bitcoin] continuerà ad essere in alto“, ha detto il signor Bianco. „Se stanno salendo perché i guadagni stanno tornando, la gente sta recuperando il lavoro, il tenore di vita sta salendo, va bene“.

Bitcoin era scambiato intorno ai 50.000 dollari al momento della stampa.